Sciopero aerei, la decisione di Alitalia: cancellati 137 voli

Sciopero aerei, la decisione di Alitalia: cancellati 137 voli

Le maggiori associazioni sindacali hanno indetto uno sciopero generale degli aerei per la giornata di lunedì 25 novembre: Alitalia, attraverso un comunicato ufficiale, ha annunciato di aver cancellato 137 voli: “Per lunedì 25 novembre alcune sigle sindacali hanno proclamato uno sciopero dei controllori di volo dalle ore 13:00 alle ore 17:00. Negli stessi orari sono state confermate altre agitazioni nel settore del trasporto aereo. Alitalia è stata pertanto costretta a cancellare alcuni collegamenti, sia nazionali che internazionali, previsti per il 25 novembre nella fascia oraria dalle 13:00 alle 17:00″.

Sciopero aerei, Alitalia cancella 137 voli

Naturalmente, a causa della cancellazione di 137 voli da parte di Alitalia, diversi saranno i disagi causati agli utenti che avevano acquistato un biglietto aereo nella fascia orario oggetto di sciopero. A tal fine, attraverso il comunicato ufficiale, Alitalia ha attivato un piano per cercare di far partire il maggior numero di passeggeri: “Per limitare i disagi dei passeggeri, Alitalia ha attivato un piano straordinario che prevede l’impiego di aerei più capienti sulle rotte domestiche e internazionali, con l’obiettivo di riprenotare i viaggiatori coinvolti nelle cancellazioni sui primi voli disponibili in giornata: si prevede che il 60% dei passeggeri riesca a viaggiare nella stessa giornata del 25 novembre“.

Lo sciopero odierno, in un primo momento, era stato indetto per la durata di 24 ore. Solo successivamente è stato ridotto alle 4 attuali, al fine di eludere eccessivi disagi per gli utenti, dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Da quanto è stato dichiarato dalle maggiori organizzazioni sindacali aeree, un nuovo sciopero dell’intero settore è previsto per il 13 dicembre: “Tra le motivazioni il perdurare della crisi di Alitalia, la richiesta di regole per il comparto a partire dall’applicazione del contratto nazionale in tutte le compagnie, il rifinanziamento del Fondo straordinario che viene utilizzato per il finanziamento degli ammortizzatori sociali“.