Sciopero del 25 ottobre, Di Maio: “Sempre di venerdì, è indecente”

sciopero 25 ottobre di maio

“È indecente che alcuni sindacati scioperino di venerdì per fare il weekend“. A dirlo è Luigi Di Maio, nel commentare lo sciopero generale che venerdì 25 ottobre rischia di paralizzare le città di Roma e Milano. Il leader del M5s ha accusato chi ha organizzato la protesta di fare un torto non alla politica ma “ai cittadini che devono andare al lavoro”.

Sciopero generale del 25 ottobre

Di Maio, in qualità di ex ministro del Mise durante il primo governo Conte, ha sottolineato di sostenere “tutte le manifestazioni per il diritto del lavoro. Da ministro avevo proposto il salario minimo e il decreto dignità, quindi sono insospettabile”. A scatenare l’ira del numero uno della Farnesina è una coincidenza temporale: “È mai possibile che tutti gli scioperi di facciano di venerdì per fare il weekend? Mi sembra ormai una questione indecente“.

Raggi: “Protesta ingiustificata”

Contro i sindacati e i lavoratori che hanno aderito allo sciopero del 25 ottobre a Roma si è espressa anche Virginia Raggi. La sindaca della capitale ha definito “ingiustificata” la protesta e, tramite Twitter, ha accusato “una minoranza di sindacalisti” di provare a “tenere in ostaggio una città da 3 milioni di abitanti: di lavoratori, di madri e padri che ogni giorno accompagnano i propri figli a scuola, gli studenti e i pendolari. La maggioranza dei cittadini è stanca di scioperi ingiustificati”.