Sciopero venerdì 29 Novembre: disagi per chi viaggia in auto e mezzi

sciopero venerdì 29 novembre

In una proverbiale concomitanza con l’arrivo del Black Friday, RFI, Trenord e Italo hanno indetto uno sciopero che si prolungherà per l’intera giornata di venerdì 29 Novembre. Questo porterà notevoli disagi ai pendolari ma con alcune eccezioni.

Sciopero venerdì 29 Novembre: motivi

Lo sciopero, che è generale e non solo dei trasporti, diversamente da quanto succederà giovedì 28, è stato indetto dall’USB (Unione Sindacale di Base). Chi aderirà protesterà contro le modalità di gestione del caso ex Ilva-Arcelor Mittal. Essendo rivolto a tutti i lavoratori questo sciopero andrà a intaccare anche il personale ferroviario con conseguente possibilità di ritardi e cancellazioni di treni.

Eccezioni e fasce di garanzia

Sono presenti però delle eccezioni che tengono conto dei recenti disagi provocati da queste ultime settimane di maltempo che hanno lasciato regioni quasi isolate. Il personale di Rete Ferroviaria Italiana, RFI, sarà operante in Piemonte e Valle D’Aosta, Il personale di Trenitalia invece non creerà disagi nel trasporto regionale in Liguria, segnata da ben due autostrade interdette al traffico. Il personale di Italo e Trenord invece sarà in sciopero dalle 00.00 alle 21.00.

Saranno comunque disponili, per treni regionali e suburbani, i servizi di trasporto dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 18.00 alle 21.00, fasce dal maggiore flusso di viaggiatori.

Sciopero Milano giovedì 28 novembre

Per aumentare i disagi alla viabilità è previsto uno sciopero dei mezzi pubblici ATM (aziende trasporti Milanesi) anche giovedì 28 novembre. Le fasce di circolazione si ridurranno drasticamente fino per tutta la giornata. Previsti numerose zone di traffico a Milano e nell’Hinterland, soprattutto a causa del fine settimana fuori porta previsto dalle prime nevicate nelle località sciistiche.