Scomparsa Denise Pipitone, il nuovo appello di mamma Piera: “Chi sa parli”

·1 minuto per la lettura
Denise Pipitone
Denise Pipitone

Non si ferma la lotta di Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone scomparsa il primo settembre 2004 da Mazara del Vallo. La donna è intervenuta durante un evento denominato “Incontri del Principe” che si è tenuto a Viareggio durante gli scorsi giorni. La donna ha partecipato in collegamento via Skype.

Denise Pipitone, l’appello di Piera Maggio

Sul posto vi era invece il legale Giacomo Frazzitta che ha parlato della vicenda della piccola Denise. “Chi ha rapito Denise non veniva da lontano, non è una persona sconosciuta che è venuta a Mazara per prendere una bambina sotto casa sua” ha commentato Piera Maggio in collegamento.

Denise Pipitone, Piera Maggio chiede di farsi avanti

Secondo Piera Maggio il rapimento sarebbe stato compiuto con un motivo ben preciso. Una scelta studiata, quella di prendere la bambina, evento in cui la donna crede sin dall’inizio della scomparsa di Denise. “Ho chiesto sempre giustizia e spero che un giorno ciò avvenga. Non abbiamo mai perso la speranza di riabbracciare Denise. Un’ora dopo la sparizione io avevo già in mente dei nomi” ha continuato Piera Maggio.

Denise Pipitone, le indagini

Proseguono nel frattempo le indagini, da parte degli inquirenti, per capire cosa sia accaduto a Denise. Diverse le piste analizzate dalle forze dell’ordine e tante le segnalazioni giunte (tutte alla fine non veritiere).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli