Scomparso un anno fa, la famiglia lo cerca: il suo corpo era in obitorio fin dal primo giorno

Ilaria Betti
·1 minuto per la lettura
(Photo: Screenshot)
(Photo: Screenshot)

Per un anno la famiglia lo ha cercato, facendo appelli anche a “Chi l’ha visto”. Ma Gennaro Trapanese, 50 anni, di Torre del Greco, scomparso a luglio del 2019, era morto proprio il giorno in cui di lui si erano perse le tracce: il corpo era nell’obitorio del Secondo Policlinico di Napoli.

La famiglia, residente nelle palazzine di edilizia popolare di via Lamaria a Torre del Greco, è stata informata dalle forze dell’ordine della presenza all’obitorio di un cadavere che rispondeva alla descrizione di Gennaro Trapanese: dopo il riconoscimento, è stato appurato che si trattava proprio di lui. Ora sarà l’avvocato Francesco Maria Morelli che presenterà una denuncia in Procura per chiarire i punti oscuri della vicenda.

Fin dal giorno della scomparsa, la famiglia di Gennaro Trapanese si era mossa per le ricerche, aprendo anche una una pagina Facebook per le segnalazioni. Del caso si era interessata inoltre la trasmissione di Rai Tre “Chi l’ha visto?”. La conduttrice Federica Sciarelli ne aveva parlato durante il programma e su internet era stata diffusa la consueta scheda con le informazioni sullo scomparso. Tra i segni particolari si citava un tatuaggio sul braccio destro.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.