Scontri tra tifosi di Lazio e Celtic dopo il match di Europa League. 9 fermati

Scontri tra tifosi del Celtic e della Lazio a piazza Risorgimento, a Roma, dopo la partita di Europa league disputata all'Olimpico. Sul posto i poliziotti del Reparto Mobile che hanno fermato 9 persone. Le indagini sono ancora in corso. 

Partita amara per i biancocelesti

Sconfitta è stata all'andata a Glasgow e sconfitta è anche al ritorno per la compagine laziale contro una squadra davvero coriacea. Eppure proprio i ragazzi di Simone Inzaghi erano andati in vantaggio con Immobile al 7' che fa 101 gol con la maglia biancoceleste. Il Celtic pian piano ha preso campo e al 38' pareggiava con Forrest su assist di Elyounoussi. Al 94' un clamoroso errore di Berisha ha consentito a Ntcham (ex Genoa), entrato negli ultimi minuti, di andare in rete e portare a casa la qualificazione. Che ora la Lazio vede invece molto lontana.

Scontri durante tutta la giornata

Ieri notte alcuni ultras laziali avevano accoltellato due tifosi del Celtic nel pub irlandese The Flann O'Brien, a Roma, in via Nazionale. Un 52 enne è stato ferito con una coltellata al fianco durante una rissa scoppiata davanti al locale; l'altro, un 35enne, colpito a poca distanza, in piazza Beniamino Gigli. Entrambi non sono in pericolo di vita. 

In mattinata, prima del match, altri cinque ultras della Lazio erano stati denunciati per "possesso di materiale atto a offendere" dai poliziotti della Digos. Per loro proposto il Daspo. Due denunce e una sanzione amministrativa, invece, nei confronti di tre tifosi del Celtic. Le denunce sono scattate ieri e i reati contestati sono quelli di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, mentre la sanzione amministrativa è partita per atti osceni in luogo pubblico.

Altre misure sono state notificate dalla Polizia durante i controlli prima della partita. Sette daspo per la durata di 5 anni, e anche denunce, per altrettanti tifosi del Celtic. A 4 ultrà scozzesi è stato contestato di aver cercato di entrare allo stadio con artifizi nascosti negli indumenti. A due di loro anche di aver provato ad entrare senza documenti e di aver spintonato e cercato di corrompere gli steward. In un caso invece il tifoso, alterato dall'alcol, è stato bloccato mentre insultava i poliziotti italiani in lingua inglese.