Scontro Salvini-chef Rubio su poliziotti uccisi

Adm

Roma, 5 ott. (askanews) - Matteo Salvini attacca lo chef Rubio, il leader della Lega se la prende con il cuoco che, sui social network, ha commentato il duplice omicidio di Trieste parlando di poliziotti "impreparati" e "mandati a morire".

Rubio ha scritto su Twitter: "Inammissibile che un ladro riesca a disarmare un agente. Le colpe di questa ennesima tragedia evitabile risiedono nei vertici di un sistema stantio che manda a morire giovani impreparati fisicamente e psicologicamente. Io non mi sento sicuro in mano vostra".

Leggo tweet incredibili anche in un momento di lutto c'è questo chef Rubio... Evidentemente i fumi di quello che cucinano gli danneggiano l'attività cerebrale. E' da ieri che insulta. Ma ci sono due ragazzi morti. Dice sostanzialmente che è colpa loro, che sono stati disattenti, che non sono stati addestrati bene. Manca solo che qualcuno dica che se la sono andata a caercare...". Insiste Salvini: "Guai a chi si permette di dire che però insomma potevano stare più attenti. Ma vergognatevi".

Rubio replica più volte su twitter: "E puntuale l'ominicchio messo di fronte alle sue responsabilità, al suo essere una nullità in campo politico e sui social (almeno io le mie cose me le scrivo da solo) e al suo fare tutto tranne che ciò per cui è pagato (anche da me), fa il bulletto senza però scalfirmi". E ancora: "Non ho insultato la polizia di stato ma voi nullafacenti che li mettete e ci mettete in pericolo".