Scontro sul reddito di cittadinanza

·2 minuto per la lettura
Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Ancora scontro in politica sul reddito di cittadinanza. Alcuni propongono di abolirlo, ma Giuseppe Conte pensa sia necessario. I pareri dei politici sull’argomento continuano a scontrarsi. Si tratta di un argomento molto delicato in questo momento.

Reddito di cittadinanza, Giuseppe Conte: “Misura di necessità

Il tema reddito di cittadinanza è davvero molto delicato, perché crea dei profondi scontri tra le forze politiche. “C’è chi ne propone l’abolizione, ma il reddito di cittadinanza è una misura di necessità non solo di civiltà, non possiamo tornare indietro, dopo di che discutiamo pure di modifiche che valgano a migliorarne ancor di più l’efficacia” ha dichiarato Giuseppe Conte, leader del Movimento 5 Stelle, nel suo video collegamento con il forum Ambrosetti a Cernobbio. L’ex premier pensa che il reddito di cittadinanza sia una misura davvero necessaria su cui non si può tornare indietro. Sembra essere d’accordo sull’effettuare qualche modifica per rendere la misura più efficace.

Reddito di cittadinanza, il parere di Letta e Salvini

Per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, Enrico Letta ha spiegato che “la nostra posizione è quella del presidente Draghi: siamo a favore che si modifichi o si migliori. Si parta dalle cose che non hanno funzionato e si mantenga però un intervento a favore della povertà che esiste nel nostro Paese“. Il segretario del Pd, durante il forum Ambrosetti di Cernobbio, ha dichiarato che sono perfettamente d’accordo con la posizione del premier Draghi. “Il reddito di cittadinanza è stato spesso pensato come un intervento a favore dell’occupazione, ma è un intervento di contrasto alla povertà. Sul tema della disoccupazione bisogna riformare l’apprendistato e detassare le nuove assunzioni, questi sono gli strumenti che servono” ha aggiunto.

Matteo Salvini non sembra essere dello stesso parere. Il segretario della Lega ha spiegato che si tratta di 8 miliardi spesi male. “Oggi riconfermerò il fatto che ho l’onore di mettere la mia prima firma su una proposta di legge finanziaria per eliminare il reddito di cittadinanza, sono 8 miliardi di euro mal spesi che devo tornare nel settore produttivo per creare lavoro vero e non assistenza” ha dichiarato il leader della Lega.

Reddito di cittadinanza, il parere di Meloni e Orlando

Non sono d’accordo con Giuseppe Conte che il reddito di cittadinanza sia una buona misura, non lo è: è metadone di Stato, non penso affatto sia una misura di sviluppo. Non è mantenendo le persone nella situazione di difficoltà che si migliora la loro condizione ma è creando attorno a loro le condizioni per uscirne” ha dichiarato Giorgia Meloni, intervenendo al Festival Ambrosetti a Cernobbio. La Meloni pensa che non sia una misura di sviluppo e che ci voglia un’altra via d’uscita per le persone in difficoltà. “Non rispondo, perché chi usa queste metafore probabilmente non si rende conto di che cosa è la povertà” ha risposto Andrea Orlando, ministro del Lavoro, che ha replicato a distanza alla leader di Fratelli d’Italia. Tutti e due erano presenti al forum Ambrosetti di Cernobbio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli