Scontro tra due vetture, due adolescenti deceduti lungo la SS 106

·4 minuto per la lettura
SS 106
SS 106

Un drammatico incidente stradale si è consumato in provincia di Cosenza. Due ragazzi di 19 e 17 anni che viaggiavano a bordo di una Fiat 500 sono morti dopo essersi scontrati con un SUV sulla Strada Statale 106 Jonica.

Cosenza, tragico incidente Strada Statale 106: morti due ragazzi di 19 e 17 anni

Nella notte tra sabato 17 e domenica 18 luglio, è stato segnalato un incidente che ha coinvolto due vetture: una Fiat 500, che trasportava due ragazzi, e un SUV guidato da un uomo. Il sinistro si è verificato lungo la Strada Statale 106 Jonica, in prossimità di contrada Olivero Longo, nel comune di Corigliano-Rossano, in provincia di Cosenza, in Calabria.

In seguito allo schianto, i due ragazzi che viaggiavano con la Fiat 500 sono morti sul colpo mentre il conducente del SUV ha riportato gravi ferite ma non sembrerebbe essere in pericolo di vita.

I due giovani deceduti a causa del violento impatto, entrambi residenti in provincia di Cosenza, sono stati identificati come Raffaele Misuraca, 19 anni, e Altea Morelli, 17 anni.

Cosenza, tragico incidente Strada Statale 106: le forze dell’ordine

Sulla base delle ricostruzioni sinora effettuate dalle forze dell’ordine, la Fiat 500 degli adolescenti si sarebbe schiantata contro il SUV in corrispondenza di una rotatoria.

Sul luogo, si sono recati i vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Rossano, che si sono occupati di effettuare i rilievi del caso e hanno aperto un’indagine volta a ricostruire l’esatta dinamica dei fatti che hanno comportato la tragica e improvvisa scomparsa dei due giovani.

Insieme ai carabinieri della Compagnia di Rossano, poi, erano presenti anche i paramedici del 118, coadiuvati dal personale dell’Anas. I soccorritori hanno constatato la morte sul colpo dei ragazzi e hanno trasferito il conducente del SUV presso l’ospedale di Cosenza al fine di fornirgli le cure necessarie.

Intanto, la Procura della Repubblica di Castrovillari ha ordinato che il corpo delle due vittime venga sottoposto ad autopsia.

Cosenza, tragico incidente Strada Statale 106: l’organizzazione di volontariato

L’incidente stradale che è stato registrato lungo la Strada Statale 106 di Cosenza non rappresenta un unicum: la zona, infatti, è tristemente nota per i frequenti e fatali sinistri che la caratterizzano.

A questo proposito, quindi, è nuovamente intervenuta l’organizzazione di volontariato “Basta vittime sulla Strada Statale 106” che ha postato un lungo post su Facebook rivelando l’identità delle due nuove vittime.

L’associazione di volontariato, poi, ha anche postato la foto del 19enne Raffaele Misuraca, riportando il seguente messaggio:

Questo il volto di RAFFAELE MISURACA, 19 anni, aveva tanti sogni e belle speranze che, in pochi attimi, sono svaniti via per sempre nell’ennesimo incidente mortale sul famigerato asfalto della strada Statale 106… Un ragazzo giovane con tanti sogni nel cuore che in un attimo sono svaniti via per sempre… Oggi la Calabria intera perde, per l’ennesima volta, uno dei suoi figli migliori…! Questo è l’ennesimo fallimento per ognuno di noi e per questa cosiddetta “società civile” incapace di assumere scelte che possano risolvere problemi che provocano morte e dolore da decenni…! L’Organizzazione di volontariato Basta Vittime Sulla Strada Statale 106 rivolge un pensiero alla Famiglia adesso pensa nel dolore più profondo e drammatico, ai parenti ed agli amici tutti… Un abbraccio ideale a TUTTI gli AMICI della COMUNITÀ di CORIGLIANO ROSSANO che in questi anni tanto hanno sofferto per le perdite dei loro concittadini sulla famigerata e tristemente nota “strada della morte”!!! Poi un invito a tutti gli iscritti al gruppo ed alla nostra pagina: una PREGHIERA (laica, cattolica, e di qualsiasi religione), affinché tutti riescano ad avere la forza necessaria per superare questo difficile momento. Basta un minuto del nostro tempo che di sicuro non sarà sprecato… #bastavittime106.

Cosenza, tragico incidente Strada Statale 106: circostanze analoghe

Nel corso degli anni, la SS 106 è stata spesso luogo di incidenti analoghi a quello che ha determinato la morte dei due adolescenti. Nel mese di giugno, ad esempio, è deceduto il 26enne Sisay Kauson. Tra le principali vittime della statale 106, poi, figurano prevalentemente operai che trascorrono le proprie giornate a lavorare nelle campagne circostanti e che, il più delle volte, tornano alle proprie abitazioni percorrendo a piedi il tratto di strada.

L’elevato numero di sinistri e di vittime registrato lungo la SS 106 ha spinto le autorità locali a ideare un progetto destinato a incrementare l’illuminazione stradale ma, nonostante la proposta ipotizzata, non sono ancora stati apportati cambiamenti e, intanto, continuano a verificarsi incidenti mortali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli