Scontro tra il noto virologo e il grande campione di calcio

·2 minuto per la lettura
Porta a Porta Rivera
Porta a Porta Rivera

C’è stata aria di tensione tra il grande campione di calcio Gianni Rivera e il virologo Roberto Burioni. Gianni Rivera ha partecipato infatti in qualità di ospite alla trasmissione “Porta a Porta” condotta da Bruno Vespa. Durante il suo intervento ha parlato della sua scelta di non ricevere il vaccino dichiarando a tal proposito di non pensarci nemmeno.

VIDEO - Chi è Roberto Burioni?

Si tratta questa di una risposta che ha stupito non poco sia lo stesso conduttore sia gli ospiti in trasmissione. Rivera in aggiunta ha dichiarato di aver fatto il tampone e di sentirsi in un certo senso tranquillo. Non si è fatta attendere quindi una risposta da parte del virologo Roberto Burioni che su Twitter non ha esitato a definire Rivera un “babbeo nella vita”. 

Porta a Porta Rivera, la sua scelta di non vaccinarsi

“No, non ci penso proprio […] perché ho delle notizie negative, qualcosa già si sente. Qualcosa si sa o si viene a sapere. E alcuni virologi dicono proprio di evitare…”, a dirlo il grande campione di calcio Gianni Rivera che durante la trasmissione di Rai1 “Porta a Porta” ha parlato della sua scelta di non sottoporsi alla vaccinazione anti-covid e del perché ha preso una tale decisione. 

A quel punto tra lo stupore del conduttore e degli ospiti in studio Rivera ha rimarcato ulteriormente quanto precedentemente dichiarato affermando di aver “fatto il tampone” quella stessa mattina e di essere risultato negativo. “Io sono tranquillissimo” ha dichiarato. 

VIDEO - Chi è Gianni Rivera?

Porta a Porta Rivera, Burioni: “Campioni nello sport, babbei nella vita”

La risposta del virologo Roberto Burioni non si è fatta attendere, con l’esperto che senza troppi giri di parole non ha esitato a definire Rivera, certamente “un campione nella vita”, ma anche “un babbeo nella vita”. Ha quindi proseguito dichiarando: Che amarezza, pensando a quanto gli sportivi potrebbero fare per il bene comune”.

Eppure proprio non molto tempo fa Burioni riferendosi ai no vax ha scritto: “Quello che mi secca è che i no-vax saranno protetti grazie alle nostre vaccinazioni. Come gli evasori che vengono curati al pronto soccorso perché noi paghiamo le tasse”.

Porta a Porta Rivera, Burioni: “Perché lasciamo il compito ai talk show?”

L’esperto ha espresso parole molto dure circa una mancata informazione al cittadino della vaccinazione “mix” ovvero quella della seconda dose diversa dal richiamo: “Mi arrivano centinaia di mail nelle quali in molti, giustamente preoccupati, mi chiedono della vaccinazione “mix”. È accettabile che per l’ennesima volta si prenda una decisione riguardo ai vaccini senza spiegare ai cittadini il perché, lasciando queso compito ai talk show?”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli