Scontro tra il renziano Librandi e il fondatore di Fratelli d'Italia

·2 minuto per la lettura
Covid Crosetto contro Librandi
Covid Crosetto contro Librandi

Tra Guido Crosetto e Gianfranco Librandi è scontro sul Green Pass. Nel corso del dibattito a Morning News, avvenuto seppur nel pieno rispetto reciproco, sono state portate alla luce opinioni contrastanti, mettendo al contempo in evidenza alcune delle principali criticità che riguardano l’impiego della certificazione verde.

Se infatti da un lato c’è stata una maggiore accoglienza della certificazione verde da parte del renziano Librandi, dall’altro lato Crosetto ha posto la questione sull’effettiva validità dello strumento che rischia di marginalizzare le persone. “Rischiamo di avere uno strumento che marginalizza le persone che hanno rispettato tutte le regole e hanno avuto intoppi burocratici”, ha dichiarato l’imprenditore e fondatore di Fratelli d’Italia Guido Crosetto.

Covid Crosetto contro Librandi, “Diamo 500 euro a chi si vaccina”

Durante il dibatitto è arrivata dal rappresentante di Italia Viva Gianfranco Librandi una singolare proposta. Il Renziano, a partire dal racconto di una sua esperienza, ha messo in evidenza come il riconoscimento di un incentivo in denaro, potrebbe essere un ottimo modo per aumentare il numero dei vaccinati. “Mi ha fatto piacere vedere che ci siano controlli rigidi e severi su quest’aspetto, molto importante. Manca un tot per raggiungere la quota desiderata di vaccinati in Italia? Pensiamo a un incentivo, dando 500 euro a coloro che si vaccinano”.

Covid Crosetto contro Librandi, “Il Green Pass rischia di essere uno strumento che marginalizza le persone”

A rispondere sulla fattibilità o meno della proposta avanzata da Gianfanco Librandi è il giornalista de “La Verità” Martino Cervo che ha precisato che la percentuale degli italiani vaccinati si attesta al 78%. Un dato questo che risulterebbe ben superiore alla media stimata in Unione Europa. L’intervento è stato poi seguito dal fondatore di Fratelli d’Italia Guido Crosetto che ha affermato come il Green Pass sia “più lassista rispetto alla guerra ipotetica contro il virus”.

Si è chiesto contestualmente in che modo il Green Pass possa influire sulla libertà delle persone. “Qualcuno in Parlamento, questa discussione dovrà farla, senza ideologie”.

Covid Crosetto contro Librandi, “Favorevole all’obbligo vaccinale”

Non ultimo, tra i vari aspetti legati al Green Pass, è stata posta l’attenzione sulla questione dell’obbligo vaccinale. A tal proposito Gianfranco Librandi si è detto favorevole, affermando anzi che non sarebbe corretto nei confronti delle altre persone “rovinare l’integrità di un’azienda soltanto per un individuo che non si è vaccinato”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli