Scoperta piantagione di cannabis nel Palermitano, due arresti

Xpa

Palermo, 30 ott. (askanews) - Una piantagione di cannabis è stata scoperta dai carabinieri a Villagrazia di Palermo. Le piante erano nascoste in una fitta coltivazione di fichi d'india. Si tratta di  557 piante di cannabis indica alte da un metro ad un metro e mezzo e 587 vasi contenenti germogli di cannabis.

I militari hanno potuto accertare che su tutta la superfice del casolare, circa 65 mq, suddivisi in quattro ambienti comunicanti e tre disimpegni erano state ricavate altrettante serre, di cui una realizzata attraverso la collocazione di una parete di cartongesso.

Gli ambienti erano ben isolati dall'esterno,  corredati da filtri d'aria, un impianto di condizionamento, un impianto elettrico con 34 reattori e 2 quadri elettrici muniti di temporizzatori che regolavano l'accensione di 34 lampade da 600W c.u. nonchè  portalampade e pannelli riflettenti vari. I carabinieri hanno poi  accertato con l'ausilio dei tecnici ENEL che il casolare possedeva un impianto di videosorveglianza con due telecamere ed un modem dotato di scheda, ed era allacciato abusivamente alla linea elettrica pubblica. Durante il blitz, i carabinieri hanno sorpreso due giovani di 30 e 38 anni.

I due sono stati arrestati con l'accusa di coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e condotti nel carcere "Cavallacci" di Termini.

La sostanza stupefacente è stata posta sotto sequestro ed inviata al laboratorio analisi del comando provinciale carabinieri di Palermo per le analisi qualitative e quantitative.