Scoperta una cellula suprematista bianca in Italia legata a Usa

featured 1663822
featured 1663822

Milano, 27 ott. (askanews) – Una cellula terroristica per arruolare in Italia alla causa suprematista bianca. Un uomo è stato arrestato in provincia di Bari con l’accusa di terrorismo internazionale e di propaganda ed istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa.

Si tratta, spiega il gip, di un “lupo solitario” appartenente all’organizzazione terroristica suprematista statunitense “The Base”. Tutto è partito da una indagine di Digos e Ucigos nell’ambito del monitoraggio di ambienti virtuali suprematisti e di estrema destra, collegati al canale “Sieg Heil”, utilizzato dal giovane per promuovere contenuti antisemiti, misogini e di matrice neonazista fino a dichiararsi pronto al sacrificio estremo e a compiere imprecisate azioni violente.

L’indagine ha permesso di interrompere l’azione criminale del giovane suprematista radicalizzatosi attraverso il web.

L’intenzione di costituire una cellula terroristica nel nostro Paese ha trovato conferma nella disponibilità da parte del giovane di armi, sequestrate nel corso di perquisizioni domiciliari.

Il procedimento è nella fase delle indagini preliminari e all’arresto seguirà l’interrogatorio di garanzia e il confronto con la difesa dell’indagato.