Scoperta una nuova specie di dinosauro in Giappone

[Getty]

I maiasaura sono tra i dinosauri più famosi, un po’ perché erano quelli con il più spiccato istinto materno, un po’ per via del loro celebre becco d’anatra. Ora i maiasaura hanno un nuovo parente, anch’esso con il becco d’anatra. Si tratta del più grande fossile mai scoperto in Giappone, ritrovato a Mukawa (regione della città di Hokkaido). In realtà, la parentela genetica di questa nuova specie è con un’altra specie di dinosauro della famiglia degli adrosauridi erbivori, l’iguanodonte.

Il nuovo dinosauro sarebbe vissuto 72 milioni di anni fa in prossimità degli oceani, e avrebbe avuto le dimensioni di un elefante asiatico. Il team di scienziati autori della scoperta, guidato da Yoshitsugu Kobayashi dell'Hokkaido University Museum, lo ha ribattezzato "Kamuysaurus japonicus". Il nome mette insieme il termine "kamuy", parola che in giapponese antico significa "divinità", e "japonicus", ovviamente dal luogo in cui è stato ritrovato. Secondo lo studio istologico, lo scheletro è quello di un esemplare di maschio adulto lungo 8 metri, con un peso tra le 4 e le 5 tonnellate: come dicevamo, un elefante asiatico. L’osso frontale del cranio ha rivelato la presenza di una superficie, appunto, simile al becco di un’anatra.

“Questa scoperta porta alla luce un mondo indipendente di dinosauri vissuti in Giappone o in Asia Orientale, con un processo evolutivo diverso da altre specie”, ha dichiarato Kobayashi. Il ritrovamento è avvenuto sotto detriti marini, e lascia emergere l’ipotesi che alcune specie di dinosauri preferissero “occupare regioni vicino all’oceano e che proprio l’ambiente costiero abbia giocato un ruolo importante nella diversificazione”.