Scoperte piccole crepe sul modulo russo “Zarja” dell’Iss

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 31 ago. (askanews) - Sul modulo russo "Zarja" della Stazione spaziale internazionale - il primo della base orbitante, in orbita dal 20 novembre 1998 - sono state rilevate alcune piccole crepe.

Secondo fonti di stampa russe che riportano le dichiarazioni di un ingegnere dell'azienda aerospaziale russa "Energija", alcune fessure superficiali sono state scoperte sulle pareti interne del modulo e prontamente riparate dai cosmonauti, anche se non gravi al punto di determinare perdite di ossigeno nello Spazio.

Un chiaro segno di usura, tuttavia, della Stazione spaziale che, ormai, è nello Spazio da oltre 20 anni, ben oltre la durata nominale inizialmente prevista per il funzionamento in orbita dei suoi moduli, specie i più "vecchi" come appunto lo "Zarja". Ad oggi la vita dell'Iss è stata prolungata almeno fino al 2024 ma è probabile che possa essere ulteriormente estesa.

Non è la prima volta che accade una cosa del genere, nel 2009 alcune piccole fessure, con perdita di ossigeno, erano state trovate in un altro modulo russo, lo "Zvezda" e la riparazione fu lunga e laboriosa. Una cosa simile, causata però da un errore umano, era accaduta nel 2018 anche sulla navetta russa Soyuz Ms-09. In quel caso si scopri che il foro, di circa 2 millimetri, era stato causato dall'errore di un tecnico addetto al montaggio della navetta sulla Terra, poi maldestramente riparato e occultato, fortunatamente senza conseguenze per la sicurezza degli occupanti.

A fine luglio 2021, invece, un problema di software ha causato un malfunzionamento dei motori del nuovo modulo russo "Nauka", appena arrivato sull'Iss; i retrorazzi si sono accesi per errore dopo l'attracco causando la perdita di assetto dell'intera Stazione spaziale internazionale - sulla quale si trovano 7 membri d'equipaggio - inclinatasi di quasi 45 gradi. È stato necessario un intervento correttivo per ripristinare l'assetto e l'orbita originari.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli