Scoperti macrofagi 'pompieri': possibile strada a cura artrite reumatoide -2-

Cro-Mpd

Roma, 1 lug. (askanews) - La sinovia una sorta di cellophan che riveste tutte le articolazioni ed tutt'altro che inerte. Nei pazienti con gravi forme di artrite, brulica infatti di cellule infiammatorie, che producono sostanze 'corrosive' per l'osso, responsabili del danno strutturale a lungo termine. E' qui che i ricercatori hanno individuato i macrofagi 'piromani', cellule che arrivano dal sangue circolante nell'articolazione, dove scatenano l'infiammazione (l'incendio) che la danneggia gravemente insieme all'osso circostante. Nei pazienti che vanno in remissione grazie alla terapia, i macrofagi 'piromani' vengono sostituiti dai macrofagi 'pompieri' che prendono il sopravvento, spengono l'infiammazione e istruiscono una serie di operai specializzati (i fibroblasti della sinovia) a riparare la membrana sinoviale danneggiata dalla malattia.

"Nessuno aveva mai studiato prima la fase di risoluzione dell'artrite - spiega Stefano Alivernini, UOC di Reumatologia, Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, ricercatore di Reumatologia presso l'Universit Cattolica, campus di Roma, primo autore dello studio e coordinatore scientifico della SYNGem Biopsy Unit - perch ci si concentrava piuttosto sulle fasi acute della malattia. Fino a qualche tempo fa inoltre il tessuto sinoviale veniva studiato nella sua globalit; adesso, grazie alla tecnica single cell, possibile 'spezzettarlo' e analizzarne le singole componenti cellulari individualmente. Noi ci siamo concentrati sui macrofagi, le cellule che insieme ai fibroblasti sono i normali 'residenti' della sinovia e sono le prime cellule interessate nei processi infiammatori, che possiedono tutto un armamentario di citochine pro-infiammatorie (le 'bombe Molotov' dell'infiammazione), prodotte in corso di artrite. Con la tecnica del single cell, siamo andati a studiare come si modificano le popolazioni di macrofagi nel corso della malattia, dalla forma attiva alla remissione". (Segue)