Scoperto asteroide killer: sarebbe capace di causare un’estinzione di massa

asteroide
asteroide

Il suo nome scientifico è per ora 2022 AP7. Stiamo parlando di un asteroide di dimensioni gargantuesche, con un diametro compreso tra circa 1,1 e 2,3 chilometri, che nel caso in cui colpisse un qualunque pianeta potrebbe causare una deflagrazione a dir poco devastante.

La presenza del corpo celeste è stata scoperta da un team di astronomi alla ricerca di rocce spaziali all’interno delle orbite della Terra e del pianeta Venere. 

Scott Sheppard e i suoi colleghi della Carnegie Institution for Science di Washington al lavoro sullo studio hanno dichiarato di aver trovato di recente tre asteroidi “piuttosto grandi” , di cui uno in modo particolare definito “potenzialmente pericoloso”. Stiamo proprio parlando del temuto 2022 AP7.

Qualunque asteroide di diametro superiore al chilometro, e questo non fa eccezione, rappresenta un pericolo enorme per il nostro pianeta: se mai si dovesse scontrare con la Terra, infatti, l’ammasso roccioso potrebbe causare un’estinzione di massa.

Se la Terra venisse colpita da un asteroide simile, oltre all’esplosione che vaporizzerebbe all’istante tutto ciò che c’è intorno nel raggio di chilometri e chilometri, si verificherebbe un oscuramento immediato dei raggi solari, coperti dalla fitta polvere che coprirerebbe interamente l’atmosfera, causando così con il passare del tempo la morte delle piante e, di conseguenza, di tutte le forme di vita.

Che rischio c’è per il Pianeta Terra?

Per fortuna Scott Sheppard ha sottolineato che non esiste alcun rischio per il nostro pianeta. Nel corso degli anni, l’asteroide inizierà ad attraversare l’orbita terrestre avvicinandosi sempre di più al nostro pianeta. Tuttavia, ci potrebbero volere dei secoli prima che si possa parlare anche soltanto in modo ipotetico di un impatto. Pericolo scampato, dunque!