Scoperto a Camogli relitto di un galeone della prima et moderna

Fos

Genova, 19 giu. (askanews) - Un nuovo relitto della prima et moderna, di cui oggi sono noti pochissimi esempi nel Mediterraneo, stato scoperto negli abissi di Camogli, in provincia di Genova da due sommozzatori professionisti, Gabriele Succi ed Edoardo Sbaraini, titolari della ditta di lavori subacquei Rasta Divers di Santa Margherita Ligure.

Secondo la Soprintendenza archeologica della Liguria, potrebbe trattarsi della grande nave ragusea Santo Spirito e Santa Maria di Loreto naufragata nel 1579 nello specchio di mare al largo di Punta Chiappa, nell'Area marina protetta di Portofino. Il relitto stato rinvenuto dai due sub, gi protagonisti di un'altra importante scoperta sui fondali del promontorio di Portofino, nella zona di Porto Pidocchio, a circa 50 metri di profondit.

La loro tempestiva segnalazione alla Soprintendenza, ha dato poi il via ad una serie di immersioni, in cui gli stessi scopritori hanno lavorato al fianco degli operatori subacquei della Soprintendenza e dei carabinieri per le operazioni di ricognizione e i primi rilevamenti del sito, anche in presenza del nucleo di Genova del Comando dei carabinieri per la tutela del patrimonio culturale.