Palermo, scoperto reperto archeologico in scavi Palazzo Reale

·1 minuto per la lettura

Scoperta eccezionale durante alcuni lavori davanti a Palazzo Reale a Palermo. Un reperto archeologico, forse antecedente al 1.570, una pavimentazione che si trova proprio all'ingresso di Palazzo dei Normanni, sede dell'Assemblea regionale siciliana. A darne notizia all'Adnkronos è il Presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè, che ha subito avvertito il sindaco Leoluca Orlando e la Sovrintendente ai Beni culturali Selima Giuliano, che domani faranno un sopralluogo. "Abbiamo aperto lo scavo per mettere sottoterra l'impianto fognario delle acque piovane con la fognatura del collegamento - spiega l'architetto Pai Riggio - e abbiamo trovato questa pavimentazione, molto bella, di un materiale diverso del solito basolato perché è una terra calcarea di colore più chiaro".

"Si farà nei prossimi giorni la datazione storica - aggiunge - forse è antecedente alla realizzazione del prospetto di Palazzo Reale che risale al 1570. Speriamo di avere altri indizi e allargare lo scavo per dare ai palermitani la possibilità di scoprire questo reperto storico".

"Domani abbiamo a mezzogiorno l'appuntamento con il sindaco Orlando e la Sovrintendente Selima Giuliano - dice Miccichè, che si trova all'esterno di Palazzo Reale in compagnia del segretario generale Fabrizio Scimè e dell'architetto Riggio - Già Palermo è una città particolare e adesso ci siamo ritrovati qui per questa altra grande emozione che il palazzo ci da. E' una scoperta continua. Siamo tutti molto emozionati".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli