Scorta a petroliere nel Golfo, no di Francia e Spagna a Usa (Wsj)

A24/Pca

New York, 17 lug. (askanews) - Gli Stati Uniti stanno chiedendo il contributo degli alleati per la scorta navale alle petroliere che attraversano il golfo Persico, dopo l'ultimo presunto tentativo iraniano di fermare una petroliera del Regno Unito, ma alcuni alleati hanno per ora respinto la richiesta di Washington, per paura di alimentare le tensioni con l'Iran. Lo scrive il Wall Street Journal.

Gli Stati Uniti stanno cercando di ottenere l'impegno a partecipare alla coalizione dalle maggiori potenze europee e dai compratori asiatici di petrolio come Cina, Giappone e Corea del Sud, oltre all'aiuto finanziario dell'Arabia Saudita e di altri produttori petroliferi del Golfo. L'Arabia Saudita e altre monarchie del Golfo sono pronte a finanziare la scorta navale alle loro petroliere e altre nazioni, come Regno Unito e Paesi Bassi, hanno già promesso il loro contributo in termini di navi, così come l'India. Altri Paesi, come Francia e Spagna, hanno finora respinto la richiesta di Washington per evitare un inasprimento delle tensioni con l'Iran, secondo le fonti del quotidiano statunitense.