Scozia, trovato il più antico messaggio in bottiglia del mondo: ha 135 anni

Generica foto di un messaggio in bottiglia
Generica foto di un messaggio in bottiglia

Una scoperta storica è avvenuta in Scozia, nella capitale Edimburgo. Il proprietario di un’azienda ha trovato una bottiglia di Whiskey che conteneva quello che potrebbe essere il messaggio più antico del mondo. Per non distruggere il bigliettino è stato ncessario rompere la bottiglia di vetro.

Ritrovato il messaggio in bottiglia più antico del mondo: ha 135 anni

È stato Paul Allan, proprietario della WF Wightman Plumbing, impresa scozzese che opera ad Edimburgo, a trovare la bottiglia. Allan, con alcuni dei suoi uomini, stava facendo dei lavori in un appartamento nella zona di Morningside. La ditta ha lavorato nella zona circostante la bottiglia senza mai andare a tagliare nel posto in cui era sepolta. Una volta fatta la scoperta, la proprietaria di casa e Paul Allan hanno provato ad estrarre il biglietto con delle pinze ma questo si stava per distruggere. L’unica soluzione allora è stata quella di rompere la bottiglia.

Il testo del bigliettino

James Ritchie e John Grieve hanno posato questo pavimento, ma non hanno bevuto il whisky. 6 ottobre 1887. Chiunque trovi questa bottiglia può pensare che la nostra polvere stia volando lungo la strada“. Questo è ciò che è scritto sul biglietto, un messaggio semplice, nulla di criptico o spaventoso. Dato che il messaggio ha la firma di due uomini, è stato necessario verificare un antico censimento per capire se fossero esistiti realmente. È risultato dunque che James Ritchie e John Grieve hanno vissuto a pochi chilometri dall’abitazione in cui hanno lasciato il messaggio in bottiglia.

Si attende una verifica poi si potrà parlare di record battuto

Attualmente si sta aspettando la conferma dell’autenticità del biglietto, che deve essere conservato in un luogo privo di acidi. Qualora questa dovesse avvenire il messaggio in bottiglia diventerebbe automaticamente il bigliettino più antico al mondo dato che ha 135 anni, battendo il 132enne bigliettino trovato in una bottiglia di gin olandese in Australia nel 2018.