Scrittori: è morto Carlos Busqued, autore del noir 'Sotto questo sole tremendo'

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Buenos Aires, 30 mar. – (Adnkronos) – Lo scrittore argentino Carlos Busqued, che aveva fatto parlare di sé con il romanzo noir "Sotto questo sole tremendo" (2009, pubblicato in italiano da Atmosphere Libri nel 2012), sua opera prima, è morto lunedì pomeriggio a Buenos Aires all'età di 50 anni. La notizia della scomparsa è stata confermata dalla casa editrice Anagrama che ha pubblicato i suoi due libri: oltre quello dell'esordio anche "Magnetizado" (2018).

Il decesso sarebbe dovuto a un incidente domestico. Secondo il quotidiano "El Clarín", lo scrittore è stato trovato senza vita in un corridoio della sua casa, senza segni di violenza, vicino a una scala, forse vittima di una caduta accidentale. La morte di Busqued, che non soffriva di alcuna malattia, ha suscitato costernazione sui social network da parte della comunità letteraria argentina. Sul suo profilo Twitter Busqued ha pubblicato una moltitudine di messaggi fino a lunedì mattina.

Ingegnere di formazione e professore presso la Universidad Tecnologica Nacional, Busqued ha fatto parlare di sé con "Sotto questo sole tremendo", quando è stato finalista del Premio Herralde 2008. E' un noir ambientato nella profonda provincia argentina, in un paese di strade melmose, case diroccate e di un sole implacabile. Tradotto in sei lingue, il romanzo è stato anche il soggetto di un film nel 2017 intitolato "L'altro fratello" per la regia di Israel Adrián Caetano. Blogger, collaboratore di piccole e strane riviste, come le definiva lui stesso, Busqued scriveva con un linguaggio turpe, grasso, che va dritto al cuore dell'espressione, senza fronzoli e senza troppe inutili spiegazioni. Bajo este sol tremendo, romanzo noir, è stato già pubblicato in Germania. Nel 2018 ha pubblicato il suo secondo romanzo "Magnetizado", basato su una serie di interviste che l'autore stesso ha fatto al serial killer Ricardo Melogno, il quale assassinò quattro tassisti nel settembre del 1982 a Buenos Aires.