Scrittori: è morto Richard Hammer, autore di libri di inchiesta su Vietnam, Vaticano e mafia

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

New York, 30 ott. – (Adnkronos) – Lo scrittore statunitense Richard Hammer, autore che ha indagato in una dozzina di libri fatti oscuri della storia recente, facendo luce, tra l'altro, sul massacro di civili di My Lai durante la guerra del Vietnam, è morto in una casa di riposo nel Bronx all'età di 93 anni. La notizia della scomparsa è stata data dal figlio Joshua al "New York Times", precisando che il padre è deceduto a causa di un'insufficienza cardiaca coronarica.

Il massacro di My Lai nel 1968 è stato ricostruito da Hammer nel libro "One Morning within the Struggle: The Tragedy of Son My" (1970), all'epoca tradotto in quattordici lingue, suscitando polemiche per l'orrore addebitato all'esercito americano.

Nel 1982 Hammer tornò a fare scalpore con "The Vatican Connection" (1982), che nell'edizione italiana pubblicata nel 1983 dall'editore Tullio Pironti aveva per sotto titolo "Mafia e Chiesa, come il Vaticano ha comprato azioni false e rubate per un miliardo di dollari". Il libro in Italia fu sequestrato e solo dopo un ricorso in tribunale da parte dell'editore napoletano potè tornare in libreria. L'indagine di Hammer aveva per protagonisti finanzieri d'assalto come Michele Sindona, Roberto Calvi e il vescovo Paul Marcinkus, "l'uomo più potente della Santa Sede, dopo il Papa e il Segretario di Stato".

Hammer, che è stato giornalista d’inchiesta per vari quotidiani e settimanali, tra cui il "New York Times", ha scritto nel 1972 con Martin Gosch una biografia del gangster Charles (Fortunato) Luciano, apparsa di recente di nuovo in italiano con il titolo "Io, Lucky Luciano" (Leg Edizioni, 2015). Il libro narra la storia di Luciano come lui l'ha raccontata: la storia del capo della mafia italo-americana, di come quell'organizzazione criminale prese forma, si ingrandì e prosperò. Tra vanità e vendette, nelle parole del boss si svela la storia della Cosa Nostra americana e dell'uomo che in essa decideva e impartiva gli ordini.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli