Scrittori: in lettere inedite le lacrime di Hemingway per la morte del suo gatto

Washington, 15 apr. - (Adnkronos) - Quindici lettere, dodici delle quali inedite, scritte da Ernest Hemingway (1899-1961) al suo amico veneziano Gianfranco Ivancich, di venti anni piu' giovane del Premio Nobel per la letteratura, sono entrate a far parte degli archivi della John F. Kennedy Presidential Library and Museum di Boston, che con un comunicato ha annunciato l'acquisto avvenuto nel novembre scorso e che va ad integrare la gia' cospicua Ernest Hemingway Collection.

Le lettere, che fanno parte di una corrispondenza portata avanti dallo scrittore americano anche nel corso dei suoi viaggi tra Cuba e l'Africa, mostrano, soprattutto negli anni immediatamente precedenti al suo suicidio, gli aspetti piu' sentimentali della personalita' dell'autore di ''Addio alle armi'' e ''Per chi suona la campana'', comprese le lacrime versate per la morte del suo gatto.

Hemingway e Ivancich si erano conosciuti in un bar di Venezia nel gennaio 1949 e avevano legato subito, anche perche' entrambi avevano sofferto ferite alle gambe durante la guerra. L'amicizia fra i due uomini si era poi estesa alla sorella di Gianfranco, Adriana, che divenne musa dello scrittore e che nel 1950 si reco' a Finca Vigia, la residenza di Hemingway sull'isola di Cuba, contribuendo a ispirare il racconto ''Il vecchio e il mare''. (segue)

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno