Scuola, Bianchi:anche con quarta ondata lavoriamo per evitare Dad

·1 minuto per la lettura
featured 1540439
featured 1540439

Roma, 17 nov. (askanews) – “Stiamo tutti lavorando per evitare la Dad: siamo consci che siamo in presenza di una nuova ondata, che però affrontiamo con un livello di vaccinazioni di tutto il personale e anche degli studenti che il più alto in Europa. Non dimentichi che il 95 per cento del nostro personale ha avuto la seconda dose, il 92 la prima e stiamo già lavorando sulla terza. Gli stessi ragazzi e ragazze più grandi sono oltre l’84 per cento. C’è il tema del coordinamento su tutto il territorio nazionale in tutta Italia tra scuole e Asl: il protocollo che abbiamo varato insieme con il Ministero della Salute e le Regioni serviva proprio a questo, a dare su tutto il territorio nazionale un insieme di regole condivise e comuni”. Così il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, a margine della conferenza stampa sull’introduzione dell’educazione motoria alla scuola primaria.

Il protocollo “non è arrivato troppo tardi, non è che prima non c’era niente: prima c’era un altro protocollo e quindi stiamo andando in continuità e in approfondimento. La situazione è differenziata nelle Regioni. Però proprio in Friuli il raccordo completo con la Regione ci permette di monitorare le situazioni, anche legate molto al fatto che proprio in quelle regioni è stato più basso il tasso di vaccinazione”, ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli