Scuola, Bianchi: "In aula solo insegnanti con green pass, gli altri sospesi"

·1 minuto per la lettura

"Il Governo è al lavoro per il ritorno a scuola in presenza: tutti gli insegnanti e il personale scolastico dovranno avere il green pass, chi non ce l'ha non entrerà e sarà sospeso". E' quanto dichiara il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, a margine del suo intervento al Meeting di Rimini, sottolineando che "stiamo investendo 2 miliardi di euro, risorse mai viste, per regole precise su indicazioni del Cts".

Per Bianchi, "operiamo per questo risultato, ma non è solo una questione di governo: è tutto il Paese che deve mettersi in movimento". Quanto a quelle Regioni che al momento sono indietro con il piano di vaccinazioni, anche del corpo docente, "stiamo concentrando tutti i nostri sforzi proprio su questo tema, si sta verificando quanti effettivamente non siano vaccinati e stiamo recuperando nei numeri".

Bianchi tiene a sottolineare che "il green pass non è un elemento punitivo, ma una misura di tutela". Per gli studenti, che non avranno obbligo di green pass, "stiamo lavorando molto sul sistema del trasporto pubblico locale con i Comuni, investendo 800 milioni di euro, per incrementare l'offerta e garantire la massima sicurezza. Quanto al non obbligo di green pass, abbiamo comunque fiducia nei ragazzi e siamo già a buon livello: è una fiducia ben riposta verso gli studenti".

(dell'inviato Enzo Bonaiuto)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli