Scuola, Bianchi: massicci investimenti su tempo pieno e al Sud

·1 minuto per la lettura
featured 1339812
featured 1339812

Roma, 19 mag. (askanews) – Bisogna mobilitare tutte le forze del Paese intorno alla scuola, è la sfida per tutte le forze politiche, perché se non riparte la scuola non riparte il Paese, ha detto il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, in Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza.

L’obiettivo è avere una scuola di innovazione, che sia nazionale, in grado di coprire tutto il territorio con uguali condizioni, e che soprattutto torni a essere una comunità in cui si partecipa e ci si conosce. “Noi siamo assolutamente convinti che sia assolutamente necessario permettere una scuola che vada sempre più verso il tempo pieno”, “questo implica però massicci investimenti, in particolare al Sud, per quanto riguarda le mense e le palestre”.

Grande attenzione e investimenti in particolare sui nidi. “Noi crediamo sia assolutamente necessario un intervento, che il Pnrr finalmente ci permette, di un massiccio investimento nella scuola per i bambini più piccoli, per i nidi in particolare e per l’infanzia avendo chiaro che gli obiettivi da raggiungere sono diversificati”.

Nell’infanzia, infatti, ha ricordato Bianchi, con il sistema pubblico-privato si arriva a una copertura di oltre il 90%, nel nido non è così e l’obiettivo, raggiungibile, è di una quota di almeno il 30% di media nazionale di disponibilità per le famiglie.

Infine il capitolo Dad: Bianchi ha ricordato i danni pesanti sui ragazzi e l’impatto della pandemia sulla scuola ma la didattica a distanza è stato un esperimento da cui vanno tratte, ha detto, anche conseguenze positive; come la possibilità di fare classi che si possono aprire al dialogo con bambini di un altro paese.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli