Scuola: Bianchi, 'non è luogo di cura, ma accompagnamento'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 22 apr. (Adnkronos) – "La scuola non può diventare luogo della cura ma di attenzione e accompagnamento. Noi abbiamo anche in Parlamento una proposta che condivido di grande attenzione per tutte quelle che si chiamano le competenze non cognitive", cioè "tutti quegli strumenti non relazionali che rendono la scuola un luogo unico di formazione della persona e non solo delle competenze". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi ed ha aggiunto: "Su questo credo sia necessario non solo avere un aiuto ai singoli ragazzi e allo loro famiglie, non solo ai docenti, ma all'istituzione in quanto tale che deve essere capace di dialogo continuo".