Scuola: Bianchi, 'trasporti non sono riga grigia tra impegni ragazzi, ma momento importante'

·1 minuto per la lettura
Scuola: Bianchi, 'trasporti non sono riga grigia tra impegni ragazzi, ma momento importante'
Scuola: Bianchi, 'trasporti non sono riga grigia tra impegni ragazzi, ma momento importante'

Roma, 18 feb. (Adnkronos) – "La scuola serve per saper vivere assieme. I trasporti non sono una parentesi muta nella vita di un ragazzo. Non sono una riga grigia tra un impegno e l'altro degli studenti, ma un momento importante, su cui stiamo lavorando". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi intervenendo al convegno on line 'Una proposta per l’organizzazione futura della scuola, della mobilità e degli orari delle città' ed ha aggiunto: "parlare di trasporti è parlare di come la scuola è inserita nel suo territorio, di come la scuola è il battito di una comunità".

Bianchi ha ricordato di aver fatto per anni il pendolare "e so come in quei momenti si creano su treni e corriere delle piccole comunità di autoriconoscimento. Anche questo – ha rimarcato – è scuola ed educazione. Anche questo è un momento importante per costruire quella capacità fondamentale che è il vivere assieme" "Imparare – prosegue – per noi vuol dire la coscienza del vivere assieme. Io credo che mai come oggi la scuola sia tornata ad esserla".

"Sappiamo le difficoltà legate ai trasporti e che non sono distribuite in maniera lineare nel Paese – ha sottolineato il ministro dell'Istruzione – Ci sono aree che hanno più difficoltà di altre, zone di montagna e centri urbani. Non tutti i territori sono nella stessa condizione" e neanche le persone. Ma "noi – ha affermato – ci mettiamo subito dalla parte di coloro che hanno più difficoltà. Dalla parte dei territori che hanno più difficoltà, dalla parte delle periferie, della montagna, di tutti coloro che vedono nei trasporti la connessione necessaria per rimanere insieme".