Scuola, Briziarelli: governo nega diritti, Azzolina vada a casa

Pol/Vep

Roma, 27 giu. (askanews) - "Il governo calpesta la Costituzione e si fa beffa del buon senso. Come si fa a tagliare il 15 per cento degli alunni senza dire in base a quali criteri e dove andranno i ragazzi? L'articolo 34 parla chiaro: la scuola aperta a tutti ed lo Stato che deve rendere effettivo questo diritto. A ragazzi e famiglie sono stati negati i diritti, altro che esempio, la scuola italiana stata umiliata, tanti alunni sono stati lasciati indietro, gli enti locali sono stati lasciati a loro stessi, al pari di dirigenti, insegnanti e personale ATA. Il ministro competente, Lucia Azzolina, non pu non assumersi la responsabilit di tutto questo e deve rassegnare subito le dimissioni. inconcepibile andare avanti cos". Lo dichiara il senatore della Lega Luca Briziarelli