Scuola, Calderoli: crocifisso simbolo di quello che siamo

Pol/Bac

Roma, 1 ott. (askanews) - "La scuola italiana ha mille problemi, sotto gli occhi di tutti, molti dei quali aggravati dal pessimo pacchetto 'Buona scuola' varato da Renzi e dal suo non rimpianto Governo. Eravamo già messi male e adesso con il ministro Fioramonti siamo addirittura messi peggio". Lo afferma il senatore della Lega, Roberto Calderoli. "In pochi giorni ha tirato fuori che vuol tassare le merendine, poi ha invitato gli studenti a marinare la scuola per manifestare per il clima, quindi ha messo il veto all'autonomia differenziata per le Regioni senza neppure aver letto il testo, ieri si è dichiarato sostenitore dello ius culturae e oggi, per arrivare all'apice della sua escalation mediatica, propone di cestinare i crocifissi e rimpiazzarli con cartine geografiche mondiali".

"Forse - aggiunge - al ministro Fioramonti sfugge la valenza del crocifisso, simbolo delle nostre radici cristiane, di quello che siamo. Ma detto questo ben vengano anche le cartine geografiche, che sono certamente utili: nelle pareti delle classi c'è spazio sia per il crocefisso che per le cartine. A meno che la prossima sparata del ministro Fioramonti non sia quella di rimpicciolire i muri delle classi... Povera la nostra scuola", conclude Calderoli.