Scuola, concorso per assumere 24mila precari

webinfo@adnkronos.com

I sindacati della scuola (Cgil, Cisl, Uil, Snals, Gilda) e Miur hanno firmato un'intesa per un decreto legge per indire un concorso straordinario per l'assunzione di circa 24mila precari da almeno 36 mesi (in totale sono 70 mila quelli che hanno queste caratteristiche) e un concorso ordinario. L'intesa, raggiunta al Ministero, prevede inoltre un disegno di legge su abilitazioni e reclutamento.  

Secondo quanto riferisce la Flcgil dal proprio sito, il concorso "ha l’obiettivo di portare in cattedra 24mila docenti con una procedura che dovrebbe dare avvio alle assunzioni già dal 1 settembre 2020. L’intesa fissa i requisiti di accesso al concorso straordinario che sono le tre annualità di servizio nella scuola secondaria statale, di cui almeno uno nella classe di concorso per la quale si concorre". 

"L’articolazione del concorso straordinario vedrà una prova scritta computer-based, l’anno di formazione e prova nel quale sarà necessario acquisire 24 CFU nell’ambito delle discipline antropo-psico-pedagogiche e delle metodologie e tecnologie didattiche e un colloquio orale con il comitato di valutazione integrato da una figura esterna", si legge ancora. 

"I docenti che non si collocheranno in posizione utile ai fini dell’immissione in ruolo, ma supereranno la prova scritta e saranno in servizio con incarico almeno al 30 giugno potranno conseguire l’abilitazione con la prova orale abilitante e acquisendo i 24 CFU. Vincitori e idonei dei concorsi 2016 e 2018 e docenti presenti in GAE, su base volontaria, potranno presentare domanda per essere immessi in ruolo in una regione/provincia diversa da quella di attuale collocazione", prosegue la nota, che fa riferimento anche all'"ondizione di un concorso riservato agli assistenti amministrativi facenti funzione di DSGA, con almeno tre anni di servizio maturati al 31 agosto 2019, anche se sprovvisti di titolo di studio".