Scuola, Draghi conferma: vogliamo riaprire fino a prima media

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 mar. (askanews) - Il governo intende riaprire le scuole "fino alla prima media" anche nelle zone rosse. Lo ha confermato il presidente del Consiglio Mario Draghi, in conferenza stampa, spiegando che "il ministro Bianchi sta lavorando perchè avvenga in modo ordinato e in alcuni casi sarà possibile fare dei test, parlare di azione globale mi sembra un'esagerazione".

Ha spiegato Draghi che "le decisioni prese dall'ultima cabina regia hanno portato una dimunizione nel tasso di crescita dei contagi e addirittura si vede una dimunizione anche del livello dei contagi. Ovviamente il resto della situazione è preoccupante, ma si era deciso che se ci fosse stato spazio lo avremmo usato per la scuola. Nel frattempo è uscita una serie di evidenze scientifiche che spiegano che la scuola fino alla prima media è fonte di contagio in misura molto limitata, il contagio avviene per quello che aviene intorno alla scuola: il trasporto, le attività para-scolastiche, che aumentano con l'età scolastica. Tutti gli altri provvedimenti restano fermi, anche perchè le scuole diventerebbe punto di contagio alto se le altre restrizioni sulle attività 'peri-scolastiche' fossero eliminate".