Scuola, ecco il "Piano" 2020-2021 anti Covid-19 -scheda - 2

Gca

Roma, 26 giu. (askanews) - Con riferimento ai servizi educativi per la prima infanzia, stante la necessit di contatto fisico che contraddistingue la relazione dei bambini col gruppo dei pari e degli adulti di riferimento, nonch gli aspetti di cura rivolti ai bambini da parte di educatori e personale ausiliario, occorre approntare modalit organizzative che contemplino la difficolt di garantire il distanziamento fisico, se non tra gli adulti. Stante ci necessario prevedere protocolli di funzionamento dei servizi per l'accesso quotidiano, le modalit di accompagnamento e di ritiro dei bambini, nonch per l ' igienizzazione degli ambienti, delle superfici, dei materiali. In particolare l'organizzazione delle attivit educative e didattiche dovr prevedere la valorizzazione e l' impiego di tutti gli spazi interni ed esterni, privilegiando ove possibile, e limitatamente al verificarsi di condizioni climatiche favorevoli, l'utilizzo di spazi aperti. Considerata la specificit dell 'et evolutiva dei bambini frequentanti i servizi educativi e le scuole dell ' infanzia, si ritiene opportuno fornire di seguito alcune considerazioni di carattere esclusivamente metodologico e nel rispetto delle competenze riconosciute ai diversi attori istituzionali e agli enti gestori, specialmente con riguardo a specifici adattamenti legati alle singole realt.