Scuola elementare: bagni unisex, la furia dei genitori

Bagni Unisex

Piccola sorpresa per gli alunni di una scuola elementare di Londra. Al ritorno dalle vacanze hanno scoperto che i bagni della scuola sono diventati unisex. È successo a Deamesfield, nella zona ovest di Londra, sulla Queens Waklk e South Riuslip. I genitori, totalmente all’oscuro del cambiamento da parte dell’istituto scolastico, non hanno reagito bene alla novità. Tanto da decidere di indire una petizione per costringere la scuola elementare a rivedere la decisione. Secondo quanto riferito dalla testata londinese MyLondon, alcune bambine si sono vergognate talmente tanto che avrebbero trattenuto la pipì per tutto il giorno pur di non farla a scuola. Questa abitudine, se reiterata nel tempo, potrebbe persino causare dei gravi problemi ai reni alle bambine.

Bagni unisex a scuola, i motivi della protesta

Le famiglie dei bambini coinvolti accusano la scuola di non aver seguito gli standard a cui si devono rifare i servizi igienici unisex per essere conformi alla legge. Le pareti dei bagni dovrebbero infatti coprire dal soffitto al pavimento, così da garantire la privacy necessaria in un bagno unisex. Alcuni bambini invece sarebbero già riusciti ad arrampicarsi alle pareti del bagno per guardare le bambine. Un portavoce dell’istituto ha dichiarato alla stampa che la scuola è assolutamente disposta a incontrare i genitori e ad ascoltare le lamentele sul caso.

I bagni unisex o genderless sono sempre più diffusi nei luoghi pubblici. In Giappone per esempio sono molto comuni, con orinatoi per uomo da un lato e box per le donne dall’altro.