Scuola, Fdi: mortificata da lotte interne al governo

Pol-Afe

Roma, 20 nov. (askanews) - "La scuola italiana mortificata da lotte interne al governo è destinata a rimanere, come dal rapporto dell'Istat, al penultimo posto nel confronto con il resto d'Europa. Per Fratelli d'Italia è inaccettabile, così come è assurdo che la maggioranza non faccia nulla per cambiare la situazione. Oggi, l'ennesimo schiaffo a docenti, dirigenti e precari è arrivato dalla commissione congiunta Cultura-Lavoro, dove le varie anime della maggioranza che litigano continuamente tra loro, hanno bocciato i nostri emendamenti. Una dimostrazione di incompetenza e pressapochismo nell'affrontare temi fondamentali e delicati. Hanno detto no alla salvaguardia dei docenti di sostegno in possesso di specializzazione, hanno escluso dalla partecipazione al concorso straordinario chi ha ormai superato i 36 mesi di servizio esclusivo su sostegno ed infine è stato anche bocciato l'emendamento che intendeva riaprire un nuovo PAS a tutti i docenti precari e di ruolo che vogliono conseguire un'abilitazione. Ci siamo battuti con tutte le nostre forze continueremo a farlo anche nell'Aula di Montecitorio perché l'Istituzione Scuola non può essere sempre mortificata e umiliata in questo modo". Lo dichiarano i deputati di Fratelli d'Italia Carmela Ella Bucalo, Paola Frassinetti e Federico Mollicone.