Scuola, Fioramonti: concorsi e abilitazioni in arrivo -3-

Red/Apa

Roma, 16 ott. (askanews) - Cambierà la maturità? "La questione è importante, ma non è possibile che ogni Ministro che arriva cambi l'Esame di Stato. Rischia di diventare un elemento di narcisismo. Dobbiamo dare agli studenti un orizzonte temporale su cui prepararsi. Sulle buste, che è un elemento formale più che sostanziale, stiamo valutando quale intervento fare: garantiscono trasparenza, però necessitano di tempo e risorse. Vorrei evitare che ore e ore si perdessero per cercare di distribuire quesiti. Mentre le commissioni devono dedicarsi alla valutazione e all'esame degli studenti: non fare delle 'lotterie'", ha sottolineato Fioramonti preannunciando quindi variazioni all'esame orale.

Il numero uno del Miur ha parlato anche di stipendi: "Abbiamo i docenti meno pagati d'Europa. Il rinnovo del contratto è importante: ho parlato di 100 euro in busta paga. Con il Mef abbiamo calcolato che servirà un miliardo e mezzo. I giochi sulla Legge di Bilancio si fanno adesso: le possibilità sono molto buone. Ho legato il mio mandato a questo obiettivo". Infine, Fioramento ha speso una battuta su un tema di attualità che ha suscitato molte polemiche: "Non è all'ordine del giorno delle mie attività come Ministro e non ho mai detto di togliere il crocifisso dalle classi. È una di quelle cose che hanno a che vedere con il dibattito isterico di questo Paese: a fronte di una domanda insistente, mi sono limitato a dire che credo in una scuola laica e sulle pareti mi piacerebbe vedere riferimenti alla Costituzione e allo sviluppo sostenibile".