Scuola, Fioramonti a L'Aquila inaugura anno scolastico

Mpd

Roma, 16 set. (askanews) -"La nostra presenza qui, a dieci anni dalla terribile tragedia del 6 aprile 2009, è un tributo alla tenacia di questa comunità che proprio dalla scuola ha deciso di ripartire. Nonostante gli sforzi, moltissimo resta ancora da fare per sanare le ferite inferte a questo territorio". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Lorenzo Fioramnonti, che oggi ha inaugurato, alla presenza del presidente della Repubblica, Mattarella, il nuovo anno scolastico dalla scuola primaria Mariele Ventre de L'Aquila, promettendo: "farò la mia parte per porre fine a ulteriori e inaccettabili ritardi".

Dedicando "un saluto particolare anche alle scuole liguri coinvolte dal cedimento del Ponte Morandi, che oggi riaprono beneficiando di un Piano Emergenza che garantisce la mobilità degli studenti coinvolti dalle conseguenze del crollo", il ministro ha spiegato ai tanti studenti presenti che "riaprire una scuola non significa solo ricostruire lo spazio in cui trascorrerete gli anni importantissimi della vostra formazione, ma vuol dire restituire a una comunità uno straordinario presidio di libertà e futuro. È nelle scuole, cari ragazzi e care ragazze, che potrete accrescere davvero le vostre conoscenze, sviluppare il vostro senso critico e la vostra visione del mondo", "è a scuola - ha detto - che si impara a convivere con gli altri, anche con quelli più lontani da te, e a confrontarsi con idee diverse; è il luogo in cui la politica riassume il suo valore originario di mediazione dei conflitti, in cui si discute dei problemi "per sortirne insieme" e in cui l'inclusione "accade" in modo naturale. A scuola si è per la prima volta tutti uguali nelle proprie diversità".