Scuola, Flc Cgil: sciopero scelta obbligata, riaprire in sicurezza

Sav

Roma, 8 giu. (askanews) - "Lo sciopero di oggi" della scuola, "nonostante il momento difficile e le scuole ancora chiuse, una scelta di campo ben precisa: dalla parte dei lavoratori e degli studenti, per una scuola sicura e di qualit. Perch la scuola pubblica diventi una risorsa strategica per un diverso modello di sviluppo e nulla sia pi come prima". Lo dice in una nota la Federazione Lavoratori della Conoscenza CGIL.

La protesta, ricorda il sindacato, stata indetta "per rivendicare investimenti e garanzie per la ripresa delle lezioni a settembre in presenza e in sicurezza. E proprio all'insegna della sicurezza si sono svolte le centinaia di manifestazioni in tutta Italia, perch i sindacati hanno voluto evitare l'affollamento di una manifestazione nazionale. Le lavoratrici e i lavoratori hanno manifestato alcuni davanti alle proprie scuole, a Roma al ministero dell'Istruzione, altri con flash mob sparsi per le citt. Un modo inedito e diffuso di far sentire la propria voce e dare visibilit a una significativa iniziativa sindacale".

(Segue)