Scuola: Giannelli (presidi), 'Green pass per chiunque entra? Genitori dei piccoli in coda'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 9 set. (Adnkronos) – L'obbligo di esibire il Green pass a chiunque entri in una scuola, a parte studenti ed esenti dal vaccino, "è una misura logica, sensata ma sarà un ulteriore aggravio di lavoro per il personale scolastico che dovrà controllare le certificazioni ogni giorno" e per i genitori con figli nella scuola dell'infanzia o alle primarie che sono soliti accompagnare i bambini all'interno degli edifici scolastici e che per entrare "dovranno stare in coda". A rispondere all'Adnkronos sulla bozza del decreto del Green pass approvato oggi in Cdm è Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale presidi, certo che sarà necessario valutare "se aumentare di una unità il personale scolastico, cioè chi è predisposto al controllo degli accessi. I fondi ci sono ma già sarà necessario incrementare con un assistente in più in segreteria amministrativa per il controllo delle certificazioni verdi".

"Non vedo alternative – ripete il presidente nazionale dei presidi – Una super app come per il personale scolastico è impensabile. Le lezioni cominceranno il 13, ci prenderemo qualche giorno per valutare questa operazione sulla base delle risorse disponibili per scuola".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli