Scuola: Giannelli (presidi), 'quarantena? Medico non sostituibile da dirigente e viceversa'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 2 nov. (Adnkronos) – Il nuovo protocollo quarantene "che non ho ancora letto nella sua versione definitiva, sembrerebbe mantenere la scuola in presenza limitando al minimo la Dad, che è quello che avevamo chiesto. Ma sono titubante su un punto: l'eventuale intervento del dirigente scolastico là dove la Asl non riesca a farlo. Come non è possibile prendere un medico e sostituirlo con un preside, così viceversa". Lo dice all'Adnkronos il presidente dell'Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli.

"E' sempre stato previsto che l'Asl effettuasse la valutazione – ricorda Giannelli – ma il numero dei contagi era talmente elevato che non faceva in tempo a valutare e quindi metteva in automatico la classe in quarantena. Adesso i contagi sono in numero minore rispetto ad un anno fa. L'obiettivo è ridurre la dad ma l'eventuale intempestività delle Aziende sanitarie non può ricadere sui dirigenti scolastici".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli