Scuola, Giannelli (presidi): "Obbligo tampone a esenti da vaccino, per la sicurezza di tutti"

·1 minuto per la lettura

"Andrebbe introdotto l'obbligo di tampone per il personale scolastico esente, cioè esonerato dalla vaccinazione anti-covid. I contagi crescono esponenzialmente, le scuole vanno messe in sicurezza attraverso l'attuazione di un piano generale di screening, che garantisca un monitoraggio continuo della salute della popolazione scolastica, intesa come studenti e personale, esenti inclusi". Lo dice all'Adnkronos il presidente dell'Associazione nazionale presidi Antonello Giannelli che aggiunge: "il decreto dell'11 agosto esonerava gli esenti dall'obbligo di green pass, dunque di vaccino e tampone. La legge 172 del 26 novembre (che ha introdotto in Italia l'obbligo vaccinale anche per il personale scolastico - ndr) non aveva introdotto novità sugli esenti, ma potrebbe farlo in sede di conversione, che va fatta entro 60 giorni, introducendo per loro l'obbligo di tampone".

Quanti sono gli esenti del mondo della scuola? "Nessuno lo sa, le scuole registrano i dati, il Ministero deve raccogliere - risponde Giannelli - C'è comunque una stima grossolana che parla di 10mila lavoratori del mondo della scuola in tutta Italia. Il che equivale a circa un esente per scuola, in media. Visto il galoppo dei contagi, andrebbe proposto l'obbligo di tampone anche a loro che al momento in base alla normativa vigente sono messi in sicurezza attraverso la dotazione di dispositivi aggiuntivi, come le visiere. Potrebbero anche essere adibiti a mansioni diverse e non a contatto con il pubblico, ma questo normalmente non avviene".

(di Roberta Lanzara)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli