Scuola, la studentessa del liceo Albertelli in mobilitazione: "siamo stanchi, ingresso 9.40 è la goccia"

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 13 ott. (Adnkronos) – "Siamo in mobilitazione da ieri e lo saremo fino a venerdì quando ci sgombereranno per le elezioni. Diciamo no alla doppia fascia oraria che grava soprattutto sugli studenti del biennio in una scuola frequentata da pendolari, che ci mettono ore per tornare a casa e poi sono stanchi per essere produttivi, limitati nel tempo libero e nel loro diritto allo studio". Lo denuncia all'Adnkronos Miriam, una studentessa del quarto anno del liceo classico Pilo Albertelli, a Roma, da ieri in mobilitazione per la doppia fascia oraria d'ingresso in vigore ed un lungo elenco di problemi endemici della scuola. "La doppia fascia oraria è la goccia che fa traboccare il vaso – afferma – Questo rientro non ci sta aiutando. Siamo provati, limitati nella socializzazione, nello studio anche se in presenza al 100%. Siamo stanchi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli