Scuola: Landini, 'portare obbligo a 18 anni e formazione permanente per lavoratori'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 25 apr. (Adnkronos) – "Credo che bisognerebbe portare l'obbligo scolastico a 18 anni e in più c'è un tema ulteriore: oggi la formazione deve diventare un diritto per tutte le persone che lavorano lungo tutto l'arco lavorativo. C'è da investire molto nella scuola, nell'istruzione pubblica e nel diritto nella formazione permanente per tutti i cittadini". Lo afferma Maurizio Landini, segretario nazionale della Cgil, ospite della trasmissione radio 'Il caffé della domenica'.

"La conoscenza oggi è decisiva, le disuguaglianze aumentano perché i livelli di apprendimento non sono garantiti per tutti. Oggi sapere o non sapere le cose, essere in grado di poter usare le tecnologie digitali, è l'elemento che fa la differenza e quindi l'investimento sull'istruzione io credo sia strategico", conclude Landini.