Scuola, Latini (Lega): caos su maturit privatisti

Pol/Vlm

Roma, 11 giu. (askanews) - "Nel caos a cui ormai ci ha abituati la ministra Azzolina, chiediamo chiarimenti per i 17 mila maturandi che si presenteranno come privatisti all'esame di Stato. Ho presentato un'interrogazione in commissione Cultura perch questi studenti non siano lasciati indietro e possano sostenere la prova d'esame in tempi coerenti con l'eventuale loro iscrizione ai corsi universitari. In base al decreto Scuola la prova selettiva, prevista per i privatisti, si svolger il 10 luglio, tre settimane dopo rispetto alla prova dei non privatisti, e potranno sostenere la maturit solo nel mese di settembre. Questo comporta il rischio che alcuni studenti, impegnati in esami di ammissione per i corsi universitari, potranno vedersi bocciati alla maturit solo dopo aver sostenuto o magari superato il test di ammissione ai corsi. Una situazione a dir poco paradossale che vogliamo sapere come il ministro intenda risolvere. Come Lega avevamo proposto che le prove preselettive si potessero svolgere a distanza, per via telematica, ma il governo non ci ha ascoltati. L'attuale esecutivo ha perso l'ennesima occasione per dimostrare coerenza tra parole ai fatti visto che la ministra, dopo aver detto che nessuno studente sarebbe rimasto indietro, ha abbandonato i privatisti". Lo dichiara la deputata della Lega e vicepresidente della Commissione Cultura alla Camera Giorgia Latini, prima firmataria dell'interrogazione.