Scuola, Lega: orgogliosi per il ritorno dell'educazione civica

Pol/Tor

Roma, 1 ago. (askanews) - "L'educazione civica torna a essere materia di studio obbligatoria con voto in pagella. Oggi il Senato ha approvato definitivamente il provvedimento dopo il voto all'unanimità della Camera. E' con orgoglio che possiamo dire che regole, diritti e doveri tornano con più forza sui banchi di scuola ad accompagnare la crescita dei nostri bambini e ragazzi. Questa era una legge attesa da oltre un decennio e non più rimandabile". Lo hanno dichiarato i deputati della Lega Massimiliano Capitanio e Angela Colmellere, primo firmatario della proposta di legge e relatrice alla Camera della legge oggi approvata definitivamente dal Senato.

"Fermare le lancette dell'orario scolastico per parlare di Costituzione, di legalità, di ambiente, di educazione digitale è un atto di buonsenso e, per usare le parole di Aldo Moro che volle per primo l'educazione civica - aggiungono- è uno splendido modo per 'pulire il futuro' dei nostri giovani. In questo mondo spesso privo di valori, è più che mai urgente riacquistare consapevolezza di cosa significhi il rispetto verso gli altri e verso la vita, ecco perché si deve ricominciare proprio dalla scuola. Grazie ai ministri Bussetti e Salvini per aver attivamente sostenuto questo provvedimento e a tutte le forze di maggioranza e minoranza per aver collaborato alla stesura di una legge che appartiene a tutti".