Scuola, manifestazione a Montecitorio dei precari non abilitati -2-

Red/Nav

Roma, 4 set. (askanews) - I manifestanti hanno ricordato che lo scorso 24 aprile a Palazzo Chigi tra "le varie rappresentanze sindacali ed alla presenza del ministro all'istruzione e del presidente del consiglio Giuseppe Conte è stata sottoscritta e firmata l'intesa a favore del decreto "salva- precari" che avrebbe garantito a questo segmento della categoria di precari storici, 55.000 famiglie, di seguire un percorso abilitante ed una conseguente stabilizzazione attraverso un Concorso straordinario".

I precari ricordano, giustamente, che "l'Europa, non dimentichiamolo, ha parlato chiaramente di infrazione ed abuso del precariato nel pubblico impiego". E che nel M5S "sulla piattaforma Rousseau, il 79,50 % dei votanti si è detto favorevole ad un'intesa fra due schieramenti politici che si spera non debbano ostacolare il processo messo in atto dal Governo uscente e voluto dallo stesso presidente del consiglio affinché i prof, precari non siano sfruttati dallo Stato, ma rispettati e stabilizzati come accade in tutti Paesi democratici". (Segue)