**Scuola: Mattarella, 'centrale per la Repubblica per crescita economica e sviluppo persona'**

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Grugliasco (To), 16 set. (Adnkronos) – "Il valore della scuola è centrale per la Repubblica. La questione educativa -non sempre valorizzata in misura adeguata- è decisiva per la crescita civile, culturale, sociale ed economica". Lo ha affermato il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo a Grugliasco, in provincia di Torino, alla manifestazione per l'inaugurazione dell'anno scolastico.

"Non è un caso –lo dicono tutte le statistiche– che la crescita economica di un Paese, il suo tasso di occupazione, sono strettamente correlati -ha ricordato il Capo dello Stato- al grado di scolarizzazione della sua popolazione. E che una società in continuo divenire per il progresso tecnologico e scientifico esige, ed esigerà sempre di più, livelli di cultura e di istruzione altamente qualificati, pena un declino inesorabile e una progressiva marginalizzazione nel contesto internazionale, sempre più competitivo".

"Ma sarebbe un errore, parlando di scuola, limitarsi soltanto ai pur fondamentali fattori legati allo sviluppo economico, tecnologico e occupazionale. La scuola, l’istruzione, l’educazione sono infatti elementi decisivi per lo sviluppo della personalità umana, attraverso l’approfondimento della conoscenza che si trova alla base di un autentico esercizio delle libertà. Sui banchi di scuola -ha concluso Mattarella- non si formano soltanto tecnici, professionisti, scienziati, imprenditori del futuro. Il percorso di studi, il contatto quotidiano con i coetanei e con i docenti, le esperienze umane e gli incontri irripetibili che avvengono nella scuola, plasmano in modo indelebile i cittadini del domani, chiamati a realizzare una società armoniosa, aperta e solidale, nella quale i diritti fondamentali di ciascuno si contemperano con i doveri nei confronti della comunità".