Scuola, Meloni: ora anche recite di Natale sono discriminatorie?

Pol/Bac

Roma, 14 nov. (askanews) - "Prima era 'discriminatorio' il crocifisso, poi il presepe, ora le recite di Natale. Ma sono i bimbi a sentirsi offesi, o è il fanatismo ideologico di qualche dirigente a spingere per censurare ogni simbolo e tradizione della nostra cultura?". Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, in merito alla notizia dell'annullamento della recita di Natale in una scuola dell'infanzia in provincia di Ancona.