**Scuola: Moccia, 'vitale che riapra ma non si torni indietro, farlo a singhiozzo è deleterio'** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Moccia ha due figli e "anche per loro -spiega- è stato fondamentale il rapporto con l'insegnante, in tutto. Quando l'insegnante riesce a capire anche il carattere del ragazzo riesce a sfruttare al meglio le sue potenzialità, e questo a distanza è più difficile".

L'auspicio, in concomitanza con la riapertura prevista dal governo Draghi, è che "continui, che non si torni indietro, perché questi periodi a singhiozzo sono deleteri -argomenta lo scrittore- Ogni volta ti devi riabituare a riaccettare una condizione sempre più complessa". Il consiglio per i genitori è "cercare di far vivere ai ragazzi la normalità. il lavoro degli adulti è quello di riuscire a dare tranquillità, trasmettendo che nella vita possono succedere le cose più strane ma, come fosse quasi un gioco, offrono l'occasione per sviluppare la capacità di reagire".